giovedì 24 gennaio 2019

Tortine di fregoloti - ricetta tipica trentina


La prima ricetta dell'anno e non poteva che essere dolce…
Dolce come la mia attesa della piccola Giulia, che arriverà ad inizio primavera con lo sbocciare della natura,  dolce come il titolo di questo amato blog, dolce come il mio bimbo di 2 anni e mezzo che negli ultimi giorni,  se mi allontano da lui mezza giornata, al ritorno abbracciandomi mi dice "mamma mi sei mancata tanto…"
Dolce come solo una donna incinta sa essere…
No, su questo punto non ci siamo proprio! 
Gli ormoni non aiutano per niente, credo di non essere mai stata così acida...
Saranno le rigide e doverose rinunce alimentare di quasi 7 mesi?
Passiamo alla ricetta che è meglio;) 

Oggi vi propongo uno dei dolci classici della tradizione trentina:  la Torta di fregoloti.
Citato nei manoscritti del 1700 e nei ricettari del periodo austro-ungarico,  Il termine fregoloti deriva dal fatto che questo dolce grazie agli ingredienti, l'impasto e i tempi di cottura è molto grumoso, friabile e croccante.
Come ogni ricetta antica che si rispetti, nei libri di  cucina tradizionale trentina ne ho trovate alcune varianti.
Vi propongo la mia versione che per l'occasione ho realizzato in monoporzioni, rendendola ideale come merenda oppure come mignon per i vostri ospiti.
Delle tortine deliziose, facilissime e veloci da preparare, che potete accompagnare con delle frutta fresca, del cioccolato fondente o  un'ottima grappa o liquore trentini, nella loro semplicità il successo è assicurato.

100  g di farina
100  g di zucchero
50 g di farina di mais
80 g di mandorle
1/2 cucchiaio di lievito
80 g di burro
1 tuorlo
1 - 2 cucchiai di latte
1 pizzico di sale

mandorle intere
frutta fresca di stagione

Tritate grossolanamente le mandorle.
Unite le farine con il lievito, aggiungete lo zucchero, il sale e il burro tagliato a pezzetti.
Impastate tutti gli ingredienti in una ciotola, fino ad ottenere un composto granuloso. 
Imburrate ed infarinate degli stampini monoporzione, riempiteli facendo attenzione a non pressare.
Decorate la superficie delle tortine con alcune mandorle intere.
Preriscaldare il forno a 160° ed infornate per circa 25 minuti, fino a quando saranno ben dorate. Sfornate e lasciate raffreddare a temperatura ambiente, servite ed accompagnate con frutta fresca di stagione.

Consigli: Ho pubblicato una torta simile nella versione veneta circa 3 anni fa, se siete appassionati di questo genere di torte e pasticceria secca vi consiglio di provare anche Fregolotta e frutti di bosco .


Bibliografia
Casagrande  G., Pederzolli N., 
Cucina Trentina - I prodotti tipici e le ricette della tradizione
Trento, Panorama , 2010

Pederzolli N.,
Sussidiario di cucina trentina
Le ricette dell'Osteria Tipica Trentina
Trento, Artimedia, 2004.

domenica 30 dicembre 2018

Tartufi di cioccolato fondente

Non credevo di riuscire a scrivere un'ultima ricetta per questo 2018 ed invece eccomi qui:) anche se un pochino di corsa e pubblicando quasi a mezzanotte.
Il fatto che abbia poco tempo è un bene in quanto vi eviterò, un "pippone" come food blogger con i bilanci del 2018 e  con  i miei buoni propositi per il Nuovo Anno.
Quest'ultimi li ho ben chiari nella mia testona, vedremo cosa riuscirò a pianificare per bene e poi a  realizzare…Non sarà semplice in quanto con l'arrivo della nostra piccola Giulia, all'inizio della primavera, mi attende sicuramente  un anno emozionante ed intenso, alla ricerca di nuovi equilibri, energie e tanta organizzazione per la nostra meravigliosa nuova vita in quattro. 

Tornando alla ricetta  l'altra sera mi sono fatta tentare da queste dolcezze,
la ricetta è tratta dal meraviglioso libro  "CIOCCOLATINI" di Joelle Nederlants che mi è stato regalato a Natale di tre anni fa da mio fratello Riccardo e la sua compagna Ilaria.    

Alla ricetta originale ho apportato delle modifiche, eliminando il Rum ed aumentando la cannella. 
Questi tartufi sono un elogio al fondente,  morbidi, cremosi, ti avvolgono e ti appagano.
Vi consiglio di assaporarli con calma, lentamente,  chiudendo gli occhi, in un momento di relax egoisticamente tutto per voi…

Con questi cioccolatini Vi lascio i miei Auguri per un 2019 sfacciatamente emozionante e felice.

250 g cioccolato fondente
200 g di panna fresca
30 g di miele
40 g di burro morbido
2 cucchiaini di cannella in polvere
100 g di zucchero a velo

Fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria.
Scaldate la panna con il miele e la cannella, versatela sul cioccolato un poco alla volta mescolando con energia per ottenere una crema brillante.
Unite il burro morbido tagliato a pezzetti.
Lasciate rapprendere  il composto tutta la notte in un luogo fresco oppure alcune ore in frigorifero.
Versate lo zucchero a velo su un vassoio, indossate i guanti in lattice e formate delle palline passandole nello zucchero a velo.
Prima di consumarli conservateli comunque in un posto fresco.

mercoledì 19 dicembre 2018

Biscotti di Natale alla cannella

Amo dicembre, l'attesa del Natale, decorare l'albero,  addobbare la casa a festa ed adoro preparare dolci e biscotti natalizi in questo periodo così magico.

L'anno scorso a Dicembre io e la mia migliore  amica Gloria  avevamo preparato insieme dei biscotti a forma di fiocco di neve alla cannella festeggiando così Il Nostro Natale in Anticipo...Un post personale e commovente almeno per le due sensibili protagoniste;)

Quest'anno in questo periodo, travolta dalla nuova meravigliosa ed emozionante gravidanza, con  tante priorità famigliari e lavorative da sistemare, sono riuscita a cucinare e condividere poco rispetto a quanto avrei desiderato...
La scorsa settimana però ho provato una  nuova una frolla per biscotti di Natale con  un sapore ed un profumo fra i più tipici di questo periodo:  la cannella.
Questa frolla semplice e profumata è ideale anche  per creare addobbi natalizi, meno speziata del classico Gingerbread, ma comunque con un sapore inconfondibile di festività  ed un colore ambrato che ricorda quello dei famosi omini nordici.

Ieri l'ho riprovata e nel pomeriggio con piccolo Mark,  che non ne voleva proprio sapere del riposino, abbiamo improvvisato un allegro set natalizio circondati dai nostri biscotti di Natale...
Vi lascio la mia frolla augurandovi per  questo Natale di avere tanto tempo per stare con le persone che amate, preparando magari anche delle ricette insieme...

400 g di farina di Farro (in alternativa frumento 00)
200 g di burro
140 di zucchero semolato 
1 uovo intero
1 cucchiaio abbondante di cannella

Lavorate con un cucchiaio di legno il burro ammorbidito e tagliato a pezzettini con lo zucchero e a aggiungete l'uovo.
Setacciate la farina, aggiungete la cannella, un pizzico di sale e mescolate. 
Unite il composto con il burro alla parte secca, impastate velocemente sul piano di lavoro, ricoprite la frolla con la pellicola e riponetela in frigorifero per minimo 30 minuti.
Prendete quindi la frolla e stendetela con un mattarello e ritagliate i biscotti con le formine natalizie che preferite. Disponete i biscotti su una placca foderata con carta forno ed infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 12/15 minuti, variabile in base allo spessore.
Sfornate e lasciate intiepidire i biscotti, spolverizzate con zucchero a velo oppure se preferite potete decorali con ho fatto io con la Ghiaccia Reale*
Io ho seguito i consigli della bravissima Simona Mirto del blog Tavola Arte e Gusto. Vi lascio il link della sua Ghiaccia Reale perché, beata sincerità, non saprei essere così chiara ed esaustiva.